Formazione gratuita in azienda

CONTATTISCOPRI DI PIU'

01

Formazione

Grazie ai Fondi Paritetici Interprofessionali riusciamo a fornire consulenza gratuita ai dipendenti delle aziende attraverso corsi legati a piani formativi a costo zero, l’azienda dovrà garantire la presenza del lavoratore al corso.

02

Assistenza

Assistiamo le aziende per permettrgli di usufruire delal formazione gratuita grazie ai piani formativi gratuiti dei fondi interprofessionali

03

Consulenza

Forniamo consulenza post corsi gratuiti affinchè l’azienda sia sempre seguita da un esperto in grado di permettere di ottenere i maggiori benefici con il minor costo.

FORMAZIONE GRATUITA

Cosa sono e chi può accedere ai Fondi Interprofessionali?

Tutte le aziende che hanno almeno un dipendente possono destinare ad un Fondo Interprofessionale liberamente scelto una contribuzione che già versano e che l’INPS incassa.
In questo modo costruiscono un fondo a cui possono attingere quando decidono di attivare un progetto di formazione. Questa scelta è gratuita, modificabile in qualsiasi momento e non comporta costi aggiuntivi per l’azienda.

FONDI INTERPROFESSIONALI

Probabilmente, non sei a conoscenza che le aziende ed i professionisti hanno l’opportunità di accedere alla formazione gratuita finanziata per i propri dipendenti: grazie all’utilizzo dei fondi interprofessionali.

Formazione gratuita

La nostra esperienza ci rende la vostra miglior scelta per la formazione gratuita dei vostri dipendenti grazie ai fondi interprofessionali.

€M Investiti

Aziende beneficiarie

Fondi

Years Of Experience

Formazione Gratuita

Approfitta dei vantaggi della formazione gratuita ai dipendenti grazi ai fondi interprofessionali

Formazione dipendenti

La compentitivà cresce! Non rimanere indietro, approfitta della formazione gratuita ai dipendenti per mantere la tua azienda sempre al Top!

Fondi interprofessionali

Non sempre noti, e sempre pochi sfruttati allo scopo, i Fondi Interprofessionali sono un’importante opportunità per l’azienda che vuole attivare progetti di formazione al fine di garantire una formazione gratuita ai propri dipendenti.

Quanto costa aderire a un fondo interprofessionale?

Quando si parla di formazione in azienda, si pensa spesso che i costi debbano essere molto costosi e che non sia possibile risparmiare.

In realtà esiste la formazione gratuita per le aziende che che decino di aderire ad un fondo interprofessionale.  Per citarne alcuni : Forte (Fondo paritetico dedicato alla formazione dei lavoratori del settore terziario: turismo, servizi, commercio, trasporti, assicurazioni), Fondimpresa (il Fondo Interprofessionale per la formazione continua dei lavoratori delle imprese industriali. È il principale in Italia ed è di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil), Fondirigenti (Fondo Interprofessionale dedicato alla formazione manageriale, sostenuto da Confindustria e di Federmanager), Fondartigianato(Fondo Interprofessionale per la formazione dei dipendenti delle imprese artigiane), FonARCom (Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la formazione continua, dedicato ad artigianato, terziario e PMI) 

Aderire a un fondo interprofessionale non comporta alcun costo aggiuntivo: difatti l’aliquota di finanziamento, pari allo 0,30% della retribuzione imponibile dei lavoratori, deve essere comunque versata dall’azienda, unitamente alla contribuzione a copertura della disoccupazione involontaria. Si tratta, dunque, non di una spesa in più, ma di una diversa destinazione di una parte della contribuzione ordinaria per la copertura della disoccupazione involontaria.

Come si aderisce a un fondo interprofessionale?

Per comunicare le adesioni ai fondi, le aziende possono utilizzare il modello di denuncia contributiva mensile Uniemens. Le scelte possono essere esercitate durante l’intero anno solare, e i loro effetti decorrono dal periodo di paga, cioè dal mese di  competenza della denuncia, nel quale le stesse vengono indicate.

Il modello Uniemens deve essere utilizzato anche per comunicare la revoca dell’adesione al fondo, compreso il caso in cui si  vuole comunicare la contestuale adesione ad un altro fondo.

Che cosa succede se si cambia fondo interprofessionale?

Se il datore di lavoro migra ad un altro fondo interprofessionale, la quota di adesione versata presso il fondo di provenienza  nel triennio precedente deve essere trasferita al nuovo fondo di adesione, nella misura del 70% del totale, al netto  dell’ammontare eventualmente già utilizzato dal datore di lavoro interessato per finanziare i propri piani formativi.