Premessa accessibilità e usabilità

 

In una società sempre più digitale, l’accessibilità e l’usabilità sono componenti fondamentali dei sistemi informatici sia sotto l’aspetto economico (maggiori e migliori possibilità di interazione garantiscono più opportunità di business) ma soprattutto quello sociale (per evitare esclusioni e discriminazioni).  Dovrebbero essere considerati come elementi di qualità di un sito web e non soltanto un obbligo imposto  da una norma.
Accessibilità e usabilità sono proprietà delle pagine web e dei servizi on line che hanno in comune la centralità dell’utente, che deve essere messo in condizione di navigare e usare un sito senza incontrare barriere in base alle proprie caratteristiche e in relazione al proprio obiettivo. Entrambe hanno a che fare con coloro che adopereranno il prodotto finale, ovvero con gli utenti, ma i due concetti sono diversi tra loro. L’accessibilità si riferisce in particolare alle abilità fisiche degli utenti mentre l’usabilità fa riferimento all’idea che hanno del prodotto finale e del suo funzionamento (user experience).

Di seguito una sintesi del significato dei due concetti, gli standard e il quadro normativo di riferimento.

 

ACCESSIBILITÀ

 

accessibilità e usabilita ONLINEDefinizione: “Per accessibilità si intende la capacità dei sistemi informatici di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari”      (Legge 9 gennaio 2004, n. 4. art. 2)

– Un sito web è accessibile quando la sua interfaccia è fruibile indipendentemente da: hardware e software ; periferiche di input/output; browser; connettività; canale sensoriale utilizzato per l’interazione; abilità psico-motorie e percettive dell’utente.

– Rimozione delle barriere digitali/barriere architettoniche informatiche: pratiche inclusive per la garantire universalità di accesso. Come detto, non si riferiscono soltanto ai disabili in senso stretto, ma anche chi soffre di disabilità temporanee, chi ha attrezzature obsolete, chi usa sistemi poco comuni e chi dispone di connessioni particolarmente lente.

– Per verificare il livello di accessibilità di un sito si posso utilizzare programmi creati ad hoc (……..)

 

USABILITÀ

 

accessibilità e usabilità onlineDefinizione: “… è il grado in cui un prodotto può essere usato da particolari utenti per raggiungere certi obiettivi con efficacia, efficienza e soddisfazione, in uno specifico contesto d’uso” (norme ISO)

– Un sito web è usabile quando soddisfa i bisogni informativi dell’utente che lo sta visitando, fornendogli facilità di accesso, navigabilità e consentendo un adeguato livello di comprensione dei contenuti.

– Benessere cognitivo: grado di facilità e di soddisfazione con cui l’interazione si compie. L’ obiettivo è quello di economizzare lo sforzo cognitivo dell’utente, proponendo prodotti che siano facili da comprendere, da imparare, da usare, da ricordare, che evitino o rendano recuperabili gli errori e che quindi gratifichino l’utilizzatore.

– Per verificare il grado di usabilità di un sito web si utilizzano i test con gli utenti reali, valutazioni euristiche e simulazioni cognitive.

 

STANDARD E LEGGI

 

STANDARD INTERNAZIONALI NORME ISO

Accessibilità

• Linee guida W3C (World Wide Web Consortium): WCAG (Web Content Accessibility Guidelines) 1.0 del 1999; 2.0 del 2008; 2.1 del 2018
• ISO TS 16071: L’accessibilità è “l’usabilità di un prodotto, servizio, ambiente o strumento, per persone col più ampio raggio di capacità”.

Usabilità

• ISO 9241 (Ergonomic requirements for office work with visual display terminals VDTs), parte 11 (Guidance on usability);
• ISO/IEC 9126 (Information technology – Software product evaluation – Quality characteristics and guidelines for their use).
• ISO 9241-11:1998: l’usabilità è “l’efficacia, l’efficienza e la soddisfazione con cui specifici utenti raggiungono specifici obiettivi in particolari ambienti”.

 

IN ITALIA

Accessibilità e usabilità

• Legge n. 4 del 9 gennaio 2004 (legge Stanca)
• Decreto Ministeriale 30 aprile 2008 (Regole tecniche disciplinanti l’accessibilità agli strumenti didattici e formativi a favore degli alunni disabili)
• DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2018, n. 106 (Attuazione della direttiva (UE) 2016/2102 relativa all’ accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici)
• Linee guida sull’accessibilità degli strumenti informatici (Agenzia per l’Italia Digitale,2020)

 

Per approfondire le varie tematiche è possibile consultare, tra gli altri, anche il sito dell’ Agenzia Italiana per il digitale.

Potrebbe interessarti anche un video sull’Accessibilità dei siti della Pubblica Amministrazione dal titolo: “Accessibilità per i siti web della PA: linee guida, scadenze, strumenti e tool per il miglioramento”.

 

 

ACCESSIBILITAACCESSIBILITA’ e USABILITA’ ONLINE
Vai a Search